MANUSCRIPTUM

ONIR

 

SE PER OTTENERE IL NOSTRO MERCURIO VI SIANO MOLTE OPERAZIONI DIFFERENTI
Capitolo XIII

Secondo quanto riferiscono i chimici antichi, molte operazioni differenti concorrono all'elaborazione e completamento del nostro mercurio, inoltre essi traggono dai tre regni della natura ciò che in essa è puro, così che tali sostanze pure mescolate insieme producono il nostro mercurio.
Le operazioni con le quali essi ottengono ciò, sono delle sublimazioni, distillazioni, calcinazioni, coobazioni, putrefazioni, digestioni e molte altre che formano tutte una sola operazione, che non è altro, beninteso, che la sola cottura. Infatti non v'è null'altro da fare se non cuocere poiché è solo con la cottura che si separano le impurità. Di conseguenza purifichiamo, sublimiamo, distilliamo e compiamo altre operazioni finché il fuoco e l'acqua che si combattono nel mercurio e si fanno guerra si uniscono e diventano amici.
Da ciò deriva: "Porta la pace tra i nemici e possederai tutto il magistero". Per questo non occorre utilizzare un fuoco molto vivo, ma molto debole e dolce: è infatti per mezzo di un fuoco minimo che si viene a capo di tutto, poiché all'inizio il fuoco e l'acqua associati nel mercurio non sono ancora completamente e perfettamente uniti. E' per questo che un fuoco vivo li separa e, una volta separati, non si riuniscono più; perciò bisogna lasciarli unire affinché a loro volta non si separino. Ma essi devono cuocere insieme e digerirsi reciprocamente così che siano infine uniti e a loro volta si trasformino in grasso di un bianco luminoso o in burro perfettamente bianco nel vaso che li riceve.
E' per questo che Flamel dice che il suo vassoio, nel quale si trovava la Pietra  dei filosofi, era pieno a metà  &ldquodel grasso di vento mercuriale e della schiuma del mar rosso", il che designa il burro quando è impregnato dall'oro in soluzione.
Non vi sono dunque svariate operazioni per ottenere il nostro mercurio, ma una sola, che si chiama cottura, è questa che porta il nostro mercurio a compimento, separa il suo grasso, lo rifinisce completamente per sublimazione e lo completa per distillazione, non costituendo tutte queste operazioni che una sola cottura.