MANUSCRIPTUM

ONIR

 

QUAL'E' LA PREPARAZIONE CHE PERMETTE DI OTTENERE LA PURA SOSTANZA MINERALE E METALLICA
Capitolo XXVII

Occorre raccogliere questo sale della natura in cui lo spirito del cielo e di tutti i suoi elementi  si solidifica e si trasforma in sale e purificarlo con numerose dissoluzioni ripetute nell'acqua di rugiada o di pioggia distillata. Una volta che si disponga di quel corpo puro e bianco, che è il sale, occorre mescolarlo con una terra pura, come per esempio quella del bolo o del lapislazzuli perfettamente calcinata nella proporzione di tre quantità di terra per una sola parte del nostro corpo, occorre poi deporlo in una storta di vetro perfettamente lutato e distillarlo su fuoco molto vivo di modo che tutti gli spiriti escano nel recipiente sotto forma di un'acqua molto forte, acre ed agra. Tale acqua deve allora essere rettificata sette volte e liberata dall'impurità acquosa elementare in un bagno.
Si ottiene così lo spirito puro e bianco dei metalli che occorre conservare in fiale di vetro perfettamente chiuse finché non si ottenga di nuovo un corpo nuovo e puro. Occorre mescolarvi lo spirito in dodici quantità ovvero prendere dodici parti di spirito e una sola del corpo puro e lasciarli imputridire tutti insieme per quaranta giorni; in seguito bisogna estrarre lo spirito per distillazione finché il corpo sia secco e diffondere di nuovo lo spirito sul corpo, questi si deve ricominciare numerose volte finché lo spirito, grazie a tali coobazioni multiple e ripetute sul suo corpo, resti con esso e il suo corpo sia reso volatile grazie all'azione del suo spirito.
Il corpo reso così volatile deve impregnarsi di un nuovo spirito, finché, per coobazioni multiple e spesso ripetute, il suo passaggio per la storta non lo rinvii al recipiente sotto forma di un acqua lattea che il freddo indurisce in un burro e che un fuoco moderato e dolce fa fondere come il burro; tale acqua lattea deve essere rettificata sette volte attraverso delle ceneri e deve essere conservata in vasi di vetro perfettamente chiusi; e se la si lascia cuocere da sé in un vaso chiuso, allora essa si fissa con una cottura continua in un sale fisso e permanente dapprima bianco e infine rosso.
Perché questo si produca e si completi più rapidamente bisogna aggiungere oro in proporzioni  di dieci o sette parti; così le operazioni vengono più rapidamente condotte a buon fine e la fissazione del prodotto si completa più rapidamente. Si ottiene così il vero mercurio dei filosofi estratto dal solo regno metallico e minerale che penetra e dissolve ogni cosa con la sua sostanza perfettamente sottile.
Altri tentano di estrarre il mercurio dai tre regni col procedimento che segue.