MANUSCRIPTUM

ONIR

 

SE LA PIETRA DEI FILOSOFI BASTA A SE STESSA, CON LA SUA TERRA E IL SUO SPIRITO PER GIUNGERE ALLA PERFEZIONE SUPREMA
Capitolo V

Tutti i filosofi chimici che hanno condotto a perfezione la Pietra dei filosofi proclamano che esiste nella natura un soggetto unico che possiede in sé stesso ciò che gli è necessario per giungere alla propria perfezione estrema ed assoluta.
Infatti nulla di estraneo o di esterno entra nella sua composizione, poiché esso possiede in abbondanza ciò di cui abbisogna per la sua perfezione, occorre però togliergli gli escrementi che sono le sue impurità che non appartengono alla sua natura e, finché tali impurità non vengono separate, fino a quel punto necessita di una cottura costante e continua così che esso acquisisca la perfezione estrema.
Non è necessario aggiungergli il sole e la luna che sono uniti nel suo seno.
E' per questo che i filosofi dicono: La nostra Pietra non può essere condotta a perfezione se il sole e la luna non sono legati in un unico soggetto il quale si trova solamente in essa. E' in essa infatti che il sole, la luna e il mercurio sono stati legati naturalmente e sono inseparabili; è per questo che tutto ciò che è necessario alla sua perfezione si trova in tale soggetto. Per questo i chimici dicono e proclamano: &ldquoE' nel mercurio che si trova ciò che cercano i sapienti, poiché nel nostro soggetto, che è il vero mercurio, si trova tutto ciò che è necessario alla sua perfezione; in esso si trovano il sole, lo zolfo e il mercurio, il corpo , l'anima e lo spirito&rdquo. Di conseguenza è triplice ed unico, poiché tutti e tre  costituiscono un solo omogeneo soggetto; ciò che in esso è freddo e secco, si chiama sale o corpo, ciò che in esso è caldo ed igneo, si chiama zolfo o anima, e ciò che è in lui è freddo e umido si chiama mercurio.
Grazie ad una cottura costante e continua queste tre sostanze si trasformano così in una sola, ciò che è freddo e umido si trasforma in caldo e umido e infine in caldo secco.
E' così che si trasformano gli elementi che si trovano nella nostra materia, mescolati e distinti, essi costituiscono un solo elemento igneo e secco. Così il sale, poiché fa parte della nostra materia, si trasforma in mercurio e il mercurio si trasforma in zolfo fisso  permanente, che porta ogni cosa a perfezione: Si tratta del vero balsamo di vita. E' per questo che esso ricostituisce e rimuove la vita in tutti i corpi misti della natura, non solo nei metalli ma anche in tutti gli animali e vegetali.
Così la nostra Pietra possiede in sé tutto ciò che gli è necessario per arrivare alla perfezione suprema. Non vi è null'altro da ricercare né da aggiungerle, sia che il metallo sia perfetto o imperfetto.
E' quanto vedremo più chiaramente nel capitolo seguente.